Tag: tarquinia

Presentazione del libro “Il Beneficio del Dubbio” di Rudy H. Guede con Pierluigi Vito

La Presentazione è stata rinviata per sopraggiunta indisposizione del relatore. Ci scusiamo con tutti coloro che avevano confermato la prenotazione, la presentazione verrà riprogrammata al più presto.

———————————————————————————————–

Sabato 28 gennaio alle ore 18:00 ci sarà la presentazione del libro ” Il Beneficio del Dubbio – La mia Storia” di Rudy Hermann Guede in collaborazione con Pierluigi Vito, gli autori saranno entrambe presenti, edito da Augh! Edizioni.

Parte dei diritti d’autore andranno a sostegno della “Fondazione Bambino Gesù ONLUS”.

Quando nasce la tua libertà? Per Rudy Hermann Guede ci sono date, passaggi, persone che hanno costruito la risposta a questa domanda, formulata la sera del primo novembre 2007, quando nelle tenebre di una Perugia reduce dalla notte di Halloween si è consumato il delitto di Meredith Kercher. Una vicenda tragica e ancora da decifrare. Benché i nomi delle persone coinvolte abbiano occupato pagine di giornali, reportage televisivi, libri di memorie e di inchiesta, c’è una voce che non ha trovato lo spazio che meritava, quella di un ragazzo ritrovatosi nel posto sbagliato al momento sbagliato, vaso di coccio tra vasi di ferro. Eccola, allora, la storia di quel ragazzo, costretto a crescere da solo fin da bambino, ma capace di conservare un candore spiazzante. A fare da controcanto al suo racconto, le testimonianze di chi ha cercato di dargli affetto, di chi si è trovato ad accusarlo, di chi ha provato a ricostruire come la giustizia italiana abbia affrontato uno dei casi più intricati della recente cronaca nera.

Rudy Hermann Guede è nato ad Agou, in Costa d’Avorio, nel 1986. All’età di cinque anni è arrivato in Italia, Paese cui sente di appartenere totalmente. Studiando in carcere, si è laureato con lode in Scienze storiche all’Università degli Studi “Roma Tre”. Vive e lavora da uomo libero.

Pierluigi Vito è nato a Viterbo nel 1974. Giornalista professionista, lavora dal 2003 a Tv2000 in forza al tg e alle rubriche culturali. Ha realizzato i documentari Miserias Experiri, Un avvenire di libertà, Classe ’99 e Un sorriso di pace. È autore dei romanzi Quelli che stanno nelle tenebre (Robin, 2016) e I prigionieri (Augh!, 2021).

La presentazione del libro si svolgerà presso la Sala Ruspoli di Piazza Santa Maria, per info 069943140

Idee Regalo Natale 2022

Il Natale è vicino, alcuni clienti ci hanno commissionato già degli ordini speciali, regalare un libro può essere la soluzione perfetta: esistono libri in grado di trasmettere ogni sorta di messaggio, soprattutto accompagnati da una bella dedica!

Presentazione Libri Dicembre e Gennaio

Siamo lieti di comunicarvi le date delle prossime presentazioni per i mesi di Dicembre e Gennaio:

2 Dicembre “Il Circo dei Folli” di Francesco Di Giulio, Scatole Parlanti Editore

“Siamo tutti soli. In ogni momento. Ma lo siamo ancora di più quando, davanti uno specchio, fissiamo l’immagine del nostro volto con una pistola puntata alla tempia”. Vasco Proietti è un ragazzo di Roma, speaker radiofonico e aspirante scrittore. Il suo atteggiamento spavaldo lo costringe a intraprendere un viaggio dalla propria città natale fino ad Amsterdam. Divenuto uno scrittore conosciuto, all’apice della fama, i suoi demoni si scatenano a tal punto da condurlo a odiare quel mondo tanto ambito. Un successo e una nuova misura esistenziale che Vasco, vittima del suo lato autodistruttivo, proverà a gestire scontrandosi con le sue paure. “Quando ero più giovane e squattrinato sapevo che il mio futuro sarebbe stato migliore e ora che quel futuro è giunto, rimpiango quel grigiore del passato. L’ennesima lotta tra ciò che si sogna e ciò che si possiede. Tra ciò che si possiede e ciò che si sogna. In questo ciclo senza fine, la felicità rimane sempre un passo avanti a noi”.

17 Dicembre “L’ultimo Approdo di Caravaggio” di Marco Milani, La Corte Editore

E’ l’alba dell’11 luglio 1610 e Michelangelo Merisi da Caravaggio si appresta a lasciare Napoli su di una feluca, diretto a Palo per poi raggiungere Roma, certo di ricevere la grazia dalle mani del Papa Paolo V. Il viaggio dura cinque giorni, durante i quali, già in preda alle prime febbri, fraternizza con i due marinai, padre e figlio, e tra racconti, sogni e ricordi, ripercorre gli ultimi anni della sua sua vita. Dal primo periodo in cui visse a Roma e fu testimone della terribile esecuzione di Beatrice Cenci e della sua famiglia, agli anni trascorsi a Napoli e a Malta, che videro affermarsi sempre più il suo genio e dove, se pur per pochi mesi, fu investito della carica di Cavaliere di Obbedienza Magistrale. Tanti furono i suoi sostenitori, prima fra tutte la Marchesa Costanza Colonna, ma anche il Gran Maestro Alof De Vignacourt e diverse altre personalità illustri, che fecero di tutto per restituire al grande pittore la libertà. Un viaggio al fianco di un Caravaggio umano, vero, come mai descritto prima, fino allo sbarco a Palo, il suo ultimo approdo, all’arresto e al tragico e sorprendente epilogo della sua vita. Un romanzo basato sulle più recenti scoperte e sugli ultimi studi di ricercatori e storici del Merisi.

21 Gennaio “FBI” di Antonella Colonna Vilasi, ‎ edito da UNI

Storia e segreti rivelati da un’esperta,
l’FBI (Federal Bureau of Investigation) è l’agenzia governativa di intelligence interna statunitense. Ha la competenza per alcuni reati tra cui l’antiterrorismo, il crimine organizzato e l’intelligence. Il libro delinea la nascita, la storia, i direttori e le maggiori operazioni dell’FBI, sino ai giorni nostri. Il libro si aggiunge alla serie di libri in collana sui pilastri dello spionaggio di Antonella Colonna Vilasi.

28 Gennaio “Il beneficio del dubbio” di Rudy Hermann Guede con Pierluigi Vito, AUGH! Edizioni

Quando nasce la tua libertà? Per Rudy Hermann Guede ci sono date, passaggi, persone che hanno costruito la risposta a questa domanda, formulata la sera del primo novembre 2007, quando nelle tenebre di una Perugia reduce dalla notte di Halloween si è consumato il delitto di Meredith Kercher. Una vicenda tragica e ancora da decifrare. Benché i nomi delle persone coinvolte abbiano occupato pagine di giornali, reportage televisivi, libri di memorie e di inchiesta, c’è una voce che non ha trovato lo spazio che meritava, quella di un ragazzo ritrovatosi nel posto sbagliato al momento sbagliato, vaso di coccio tra vasi di ferro. Eccola, allora, la storia di quel ragazzo, costretto a crescere da solo fin da bambino, ma capace di conservare un candore spiazzante. A fare da controcanto al suo racconto, le testimonianze di chi ha cercato di dargli affetto, di chi si è trovato ad accusarlo, di chi ha provato a ricostruire come la giustizia italiana abbia affrontato uno dei casi più intricati della recente cronaca nera.

Presentazione del libro “Gunilla e il regno sommerso” di Stefania Mariani

Sabato 26 novembre alle ore 18:00 ci sarà la presentazione del libro “Gunilla e il Regno Sommerso” di Stefania Mariani, interverranno Angela Cristofaro e Stefano Sassu della casa editrice AG Book Publishing.

La scuola è terminata e il giorno tanto atteso è arrivato. Gunilla e i suoi tre amici del cuore – Roy, Gino e Toby – sono pronti per il campeggio. Proprio nel paese che li ospita, durante una visita in un’antichissima e misteriosa biblioteca, vengono trasportati in un mondo parallelo. È possibile che la leggenda sia vera e che un potente incantesimo abbia sigillato il Regno di Angelette in fondo al lago? Può un diario averli resi indispensabili per la salvezza di un popolo? Gunilla e i suoi amici lo scopriranno attraverso un incredibile viaggio, durante il quale affronteranno numerose prove, incontreranno personaggi fantastici come la principessa Lena e sua sorella Amanda, il sacerdote Magisto, la Dea Sferica, il signor Volto, la bambola di latta Nevia e il gatto Cagliostro, e dovranno combattere contro un potente nemico, Fabri Moot, principe di Oscuria. Riusciranno a mettere fine alla lotta tra regni e a fare ritorno al campeggio prima che sia buio?

Stefania Mariani nasce a Roma ma il suo lavoro di illusionista la porta a girare l’Europa. Fin da bambina ama i libri e crea storie, con il sogno di diventare scrittrice. Lavora nel mondo dei più piccoli da oltre trent’anni. Gli studi di Psicologia infantile la aiutano a indirizzare i suoi racconti verso quel magico scrigno che ogni bimbo custodisce e modifica.

Illustrazioni di Giulia Boccucci, Gaia Carfora e Leonardo Oltolini, realizzate nell’ambito del Protocollo di intesa tra l’I.I.S. Ettore Majorana di Cesano Maderno (MB) e AG Book Publishing in merito allo sviluppo di interventi di sinergia e integrazione nell’attuazione di azioni formative all’interno del progetto PCTO (Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) e all’interno delle esperienze per la disciplina trasversale di Educazione Civica. Il progetto ha offerto ad alcuni studenti di liceo artistico la possibilità di lavorare concretamente all’illustrazione di un libro per ragazzi, imparando allo stesso tempo organizzazione, tempistiche e caratteristiche dell’editoria libraria.

Per info 069943140
Modalità di Partecipazione: INGRESSO GRATUITOPosti limitati

Presentazione del Libro “L’ingorda” di Barbara Chiappa

Sabato 12 novembre alle ore 18:00 ci sarà la presentazione del libro “L’ingorda” di Barbara Chiappa, Ianieri Edizioni. Interverrà come relatrice Silvia Di Tosti, organizzatrice della manifestazione letteraria Librinfestival.

Louise è una bimba paffuta, goffa, ma con un gran talento nel ballare. A questo si aggrappa per cercare la sua strada, e magari un po’ di felicità. Scappa via sgambettando da una famiglia ignorata dall’amore, per avventarsi sugli scarti di una Parigi di fine secolo. L’arma è il suo corpo. In quel grande vuoto che sente dentro trova tutte le sue munizioni. Finirà i suoi giorni più in basso della buca da cui era partita. Ma prima avrà posato per Renoir, sarà stata la protetta di Toulouse-Lautrec, avrà tenuto tutta Parigi inchiodata sotto la sua gonna, avrà inventato il can-can, avrà mangiato e ballato. Senza riempirsi mai.
Con una scrittura vivida e sferzante, Barbara Chiappa si ispira alla vicenda di Louise Weber, “La Goulue”, per raccontare una storia senza tempo: quella del desiderio incontenibile di essere libera e amata.

Barbara Chiappa è Laureata in Lettere e Filosofia presso l’Università di Roma “La Sapienza” e in Scienze dell’Educazione presso l’“Istituto Progetto Uomo, Università Pontificia Salesiana”, gestalt counselor a mediazione artistica e drammaterapeuta, coordinatore e  formatore in servizi dedicati a persone svantaggiate e docente di scuola superiore di secondo grado.
Seconda classificata nel 2014 con il racconto ‘O vascio al “Premio Arthè” e prima classificata nel 2019 nell’ambito della manifestazione “Liberi sulla carta” con il racconto Confini. Dal 2015 è giurata di “Librinfestival”, maratona letteraria che premia i mestieri del libro. L’ingorda è il suo primo romanzo.

Presentazione libri PensieriXversi e Passo Passo di Paolo Procaccini

Sabato 29 alle ore 18:00 ci sarà la presentazione dei libri “Passo Passo” e “PensieriXversiaforismi e varie inutilità” di Paolo Procacini, saranno presenti come relatori il Gino Ciogli, Crescenzo Paliotta con letture a cura dell’autrice Anna Bonetti.

PensieriXversi, aforismi e varie inutilità: Il pregio di questo libro è di aver messo nel conto i problemi sopra evocati. E di aver cercato di risolverli con equilibrio e umiltà… La poesia di Procaccini trova la sua cifra espressiva in quello che definirei un dialetto medio… ricco di una nostalgia del popolare ma fiso agli alti modelli letterali. Far poesia con strumenti così complessi e così compromessi è il rischio che Procaccini ha voluto correre. E i risultati gli danno ragione. (Luigi de Nardis).
Milella Editore.

Passo passo: Le riflessioni emergono con parole mai banali, rimuginate a lungo, e gli esempi, che sono fotografie di vita quotidiana romana e umana, si imprimono nitidi, mentre si leggono e nel con-tempo si ascoltano, Procaccini riesce in questo, le sonorità dolci e aspre che ci restituiscono il sapore dell’esistenza, nelle forme classiche del sonetto o più moderne, addirittura sperimentali quando il metro, gli accenti, la lingua si fondono per lasciare l’impronta di un’esperienza vissuta che passa dalla sua meditazione alla nostra piena condivisione, attraverso la concretezza, espressa con una prevalenza di sostantivi e verbi, che raggiunge il suo massimo nelle forme brevi o nelle pregnanti sinestesie.
Editore Totem.

Paolo Procaccini, romano del rione Prati, si occupa da sempre di letteratura, con una spiccata preferenza, sarebbe meglio dire “faziosa”, per quella romanesca e dialettale in genere (è attualmente segretario generale dell’Associazione Nazionale Poeti e Scrittori Dialettali). Come poeta è un legittimo erede di una generazione di grandi. In quasi quarant’anni ha avuto modo di conoscere i maggiori esponenti della poesia romanesca del secondo novecento: Mauro Marè, Mario dell’Arco, Giorgio Roberti, Risante, tanto per citarne solo alcuni. Ma Procaccini non è solo poeta. Ha scritto commedie, prose, ha recitato in teatro, ha svolto un ruolo di critico letterario, i suoi scritti sono sparsi in antologie, libelli, almanacchi e riviste specializzate. Moltissimi sono gli eventi culturali ispirati alla città eterna, alla sua storia ed alle sue tradizioni, che lo hanno visto protagonista, nelle vesti di organizzatore o come fine dicitore.

Tra le sue pubblicazioni:

Er Patto esatto” Proesie, commediole e racconti brevi in dialetto romanesco, a cura di L. Picconi, Edizioni Progetto Cultura

Ninetto” (Troppa bella p’esse moje). Commedia semiseria in (poco più di) due atti in collaborazione con Lamberto Picconi, Edizioni Progetto Cultura

Versacci e… versacciniEdizioni Progetto Cultura

Roma in 5 minuti” Commediole brillanti in  dialetto romano, Editrice Pagine

 

Per info 069943140
Modalità di Partecipazione: INGRESSO GRATUITO – Posti limitati

Presentazione del libro “Non ne sapevo niente” di Ernesto Berretti

Sabato 1 ottobre alle ore 18:00 ci sarà la presentazione del libro “Non ne sapevo niente – Serbia 1995 Danube Mission le rivelazioni di un basco blu” di Ernesto Berretti, Oltre Edizioni. Modera l’incontro lo scrittore Sandro Dettori, letture a cura di Daniela Tartaglione.

“Non ne sapevo niente” è il primo romanzo di Ernesto Berretti, nato a Catania vive e lavora a Civitavecchia. E’ stato Basco Blu nella UEO Danube Mission a Calafat nel 1995. L’operazione di polizia doganale che fu istituita per favorire la pacificazione nei territori dell’ex Jugoslavia, con l’incessante controllo del traffico fluviale sul Danubio in attuazione dell’embargo disposto dall’ONU.

Era il 1995. Con pusher e navi, sul Danubio si tentava ancora di violare l’embargo contro l’ex Jugoslavia in guerra. Gli unici controlli erano fatti dai Baschi Blu della UEO. Ed Ernesto Berretti era uno di loro. E, come racconta, non sapeva niente della guerra nei Balcani, al pari di altri suoi commilitoni. La base della Missione era a Calafat, a sudovest della Romania appena uscita dalla dittatura di Ceausescu. Lì si viveva a ritmi slabbrati come elastici di vecchie mutande. Se Calafat fosse stato un pugile, sarebbe stato stretto alle corde (il Danubio) dal suo avversario (i Rom); sarebbe finito al tappeto malamente; e l’arbitro (lo Stato) non avrebbe iniziato la conta. Solo i secondi al suo angolo (i soldati della Missione) avrebbero potuto salvarlo, gettando la spugna. Calafat era destinato a vivere una vita senza vittorie. Come Dana, Adrian, Florin, Agatha, Magda e Whiter: vite senza vittorie, le cui figure sono ben tratteggiate dalla penna dell’autore, che ben s’immerge, con grande forza e resa emotiva nella situazione del tempo, così anche raccontando la vita, il lavoro, i rischi dei soldati in missione all’estero, lontano da casa. Lo fa a tutti noi, che non ne sappiamo niente.

Per info 069943140 Modalità di Partecipazione: INGRESSO GRATUITO – Posti limitati

Presentazione dei libri di Anna Bonetti “Anna, i gatti e altre storie” e “Anna, l’aldilà e l’aldiquà”

Sabato 6 alle ore 19:00 ci sarà la presentazione di due libri dell’autrice Anna Bonetti, Simple Edizioni. Interverranno la giornalista Barbara Pignataro e la scrittrice Anna Manzo.

Anna, i gatti e altre storie” il libro ci trasmette tutto l’amore che Anna ha per gli animali, ai quali dedica il suo tempo libero, prendendo anche di impegno il sostentamento delle varie colonie feline di cui si interessa. Nata a Roma al Foro Romano, davanti al Palatino, dove i suoi nonni aristocratici, proprietari terrieri, poi caduti in disgrazia, ebbero dal Comune di Roma una casa, quando il loro Palazzetto alla Montagnola, a San Paolo, fu bombardato dagli Americani, nell’ultima guerra mondiale. E’ sempre stata contornata dai gatti del Foro dove nasce il suo amore per questi animali, ai quali dedica il suo tempo libero, arrabattandosi per il sostentamento delle varie colonie feline di cui si interessa. Ha fatto calendari e foto di gatti. Ora ha scritto queste storie sperando che piacciano anche ai non gattari.

Il ricavato andrà a sostegno delle colonie feline.

Anna, l’aldilà e l’aldiquà” suo secondo libro comprende stralci di vita e memorie di tempi trascorsi, ma mai dimenticati. È un libro autobiografico che non lascia spazio alla fantasia. Tutto quello che vi è riportato è semplice verità, come si può dire anche del suo precedente libro “Anna, i gatti ed altre storie”.
Per questa sua nuova pubblicazione l’autrice ha tirato fuori dai suoi cassetti della memoria, che ancora regge, come ama dire, episodi di vita vissuta, storie che a volte sembrano fantastiche, ma che con la fantasia non hanno nulla a vedere. Storie tratte dalla sua vita a metà: bellissima e tremendamente triste e dolorosa, ma sempre vissuta con leggerezza e sogno, per merito del suo temperamento che la porta a trarre da tutto quello che accade il lato positivo.

Anna Bonetti si è diplomata all’Accademia d’Arte Costume e Moda, ha ricevuto attestati in etruscologia e archeologia, facendo vari scavi con insigni archeologi, ha insegnato ginnastica riabilitativa, è pittrice, fotografa e, per hobby, fotomodella, attrice e doppiatrice. Ultimamente si è impegnata anche in politica, presentandosi come Consigliera nella sua città di adozione, l’amata Cerveteri. Insomma, chi più ne ha, più ne metta.

Per info 069943140
Modalità di partecipazione: INGRESSO GRATUITO.
Gli Eventi si svolgeranno all’esterno del locale, solo in caso di maltempo verranno svolti all’interno.

Eventi letterari del mese di Agosto 2022

Siamo lieti di comunicarvi le date degli appuntamenti letterari del mese di agosto 2022:

03 Agosto – Rita Papi ci presenterà il suo libro “Cerveteri – Profilo di una città etrusca” Antiquares  Edizioni. Nel panorama delle guide turistiche dedicate al territorio ceretano, sia nell’ambito delle necropoli etrusche, che in quello delle altre emergenze archeologiche esistenti, ciò che ha ispirato quest’opera è stata la volontà di fornire un panorama esaustivo del sito ceretano. Evento in collaborazione con la compagnia teatrale di Valcanneto Margot Theatre, l’associazione culturale IrasennaUsi e Costumi del Popolo Etrusco e Unicoop Tirreno Sezione Soci Etruria.

06 Agosto – Anna Bonetti ci parlerà di alcuni dei suoi libri “Anna, i gatti e altre storie” e “Anna, l’aldilà e l’aldiquà” Edizioni Simple. Il primo libro ci trasmette tutto l’amore che Anna ha per gli animali, ai quali dedica il suo tempo libero, prendendo anche di impegno il sostentamento delle varie colonie feline di cui si interessa, il ricavato andrà a sostegno delle colonie feline. Il secondo comprende stralci di vita e memorie di tempi trascorsi, ma mai dimenticati. È un libro autobiografico che non lascia spazio alla fantasia. Tutto quello che vi è riportato è semplice verità.

10 Agosto – Andrea Menghini ci presenterà “Diario di Borgo“, Davide Ghaleb Editore. Una raccolta di poesie che si sono trasformate nel corso del tempo in versi liberi da una vera e propria metrica, ma con la rima a far da guida alle strofe. Il ricavato verrà devoluto alla Lega del Filo d’Oro. 

24 Agosto – le case editrici del nostro territorio locale RFB e Jimenez ci presenteranno i loro lavori editoriali. Edizioni readerforblind esclusivamente dedicata alla narrativa d’autore, tra riscoperte di classici dimenticati della letteratura italiana e nuovi voci contemporanee, italiane e straniere. Jimenez Edizioni si dedica alla Narrativa contemporanea, saggistica musicale di alto profilo e saggistica italiana “crossover” in cui critici letterari, scrittori e artisti vengono invitati a raccontare le connessioni tra letteratura, musica e arti visive.

Per info 069943140
Modalità di partecipazione: INGRESSO GRATUITO.
Gli Eventi si svolgeranno all’esterno del locale, solo in caso di maltempo verranno svolti all’interno.

Presentazione del libro “Cerveteri – Profilo di una città etrusca” di Rita Papi

Mercoledi 3 agosto alle ore 21:30 ci sarà la presentazione del libro “Cerveteri – Profilo di una città etrusca” di Rita Papi, Antiquares Edizioni. Parteciperanno come relatori Daniele Medaino e Federica Dal Palù.

Evento in collaborazione con la compagnia teatrale Margot Theatre di Valcanneto, l’associazione culturale di rievocazione storica etrusca Irasenna – Usi e Costumi del Popolo Etrusco e Unicoop Tirreno Sezione Soci Etruria.

Nel panorama delle guide turistiche dedicate al territorio ceretano, sia nell’ambito delle necropoli etrusche, che in quello delle altre emergenze archeologiche esistenti, ciò che ha ispirato quest’opera è stata la volontà di fornire un panorama esaustivo del sito ceretano, comprendente il suo antichissimo patrimonio archeologico ma anche le bellezze e i monumenti della sua storia successiva, che restano come testimonianza di una vitalità sempre molto forte, insieme a una tradizione culturale ed eno-gastronomica portata avanti fino ai nostri giorni. A cominciare dalla necropoli della Banditaccia, dichiarata sito protetto dall’UNESCO nel 20004, insieme a Tarquinia. Si tratta di fornire una guida pratica e precisa a coloro che desiderassero visitare le aree archeologiche e al tempo stesso esplorare e conoscere anche il piccolo centro storico, arroccato su una rupe scoscesa, con le sue chiese, palazzi, castello e rocca. Dunque la struttura del libro dovrebbe essere divisa in due parti: la prima relativa alla fase etrusca, testimoniata soprattutto dalle necropoli visitabili, ma anche da quelle accessibili tramite permessi, e una seconda parte, dedicata all’illustrazione degli edifici, che si incontrano durante la piacevole passeggiata nell’antico borgo della Boccetta. In entrambe le parti vi sarà un’introduzione storica, scavi e scoperte, descrizione dei monumenti più importanti, indicando quali tra esse siano fruibili dal pubblico e come poter accedere anche a quelli esclusi per mezzo di permessi speciali o tramite eventi organizzati da guide e/o volontari. Dopo il primo inquadramento storico-geografico, vi è la descrizione della necropoli della Banditaccia, sito UNESCO dal 2004, e delle altre necropoli, situate a corona intorno alla città etrusca: Sorbo, Monte Abatone, Greppe di S. Angelo ecc.. Purtroppo si deve escludere l’area urbana, per la quale sarebbe impossibile l’accesso. Sono stati elaborati ben sette diversi itinerari su questa prima parte, che porterebbero all’ampliamento dell’offerta turistica e a un soggiorno più prolungato dei visitatori. Per quanto riguarda le fasi più recenti (seconda parte), nel centro storico, pur modesto nel ridimensionamento dal medioevo in poi, l’antico borgo ha molto da offrire in termini di interesse storico-artistico, anche per la presenza di botteghe di artigiani, con pregevoli riproduzioni ceramiche ed altro. E non dobbiamo dimenticare la presenza di una tradizione eno-gastronomica che ha radici profonde e si concretizza nelle cosiddette “fraschette” e ristoranti locali.

Rita Papi, laureata nel 1991, presso l’Università di Roma “La Sapienza”, in Lettere con indirizzo archeologico, specializzata in Etruscologia, tesi di laurea con il prof. G. Colonna, dal titolo: Il Tumulo Torlonia di Caere. Insegnante e divulgatrice, ha pubblicato, oltre all’argomento della tesi suddetta, anche una guida della Necropoli ceretana della Banditaccia, sito UNESCO e un’altra dedicata al centro storico di Cerveteri. Ex assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione del Comune di Cerveteri, ha partecipato a progetti archeologici per la salvaguardia e la promozione dei beni culturali del suo territorio, alcuni finanziati dalla Regione Lazio e dalla Comunità Europea. Organizza eventi e conferenze per diffondere la conoscenza della civiltà etrusca.