Home » evento letterario ladispoli

Tag: evento letterario ladispoli

Presentazione del libro “Il Baule” di Federica Ottombrino

Presentazione del libro "Il Baule" di Federica Ottombrino

Il 15 giugno alle ore 18:30 ci sarà la presentazione del libro “Il Baule” di Federica Ottombrino, Rossini Editore. La scrittura del romanzo “Il Baule” è coincisa con quella dell’Album “Canzoni dal Baule” con l’etichetta discografica La Chute Dischi, ispirato ai personaggi del libro. La presentazione, infatti, prevede l’esecuzione live di alcuni dei brani dell’album, voce e chitarra.

Evento con il patrocinio del Comune di Cerveteri Assessorato alle Pari Opportunità, Cultura, Inclusione e Pubblica Istruzione.

In una delle più grandi e antiche proprietà private di Capo Miseno, a 30 chilometri da Napoli, sulla strada che porta al faro galleggia una casa. In questo luogo si sono intrecciate le storie di una discendenza, tutta al femminile, di donne legate visceralmente alla dimora; una storia iniziata negli anni ’30, quando Maria, la capostipite, l’ha acquistata dopo essersene innamorata a prima vista. Cinquant’anni di lettere, foto e diari hanno permesso di non perdere traccia delle loro passioni, debolezze, sofferenze e bugie. Si incontrano più storie, vite che ruotano intorno alla casa e che sembrano sgretolarsi. Eppure, ineluttabile, resta la potenza di fuoco dell’antica dimora, che a dispetto del tempo, vive eterna.

Federica Ottombrino si è laureata con lode alla magistrale di “Relazioni Internazionali” all’Orientale di Napoli e da dieci anni è impegnata come musicista, autrice e cantante nel  “Fede ’n’ Marlen, il duo è l’unico fenomeno al femminile della musica partenopea con cui ha pubblicato tre album. La sua passione per la scrittura nasce durante l’infanzia e trova ora massima espressione con la pubblicazione del romanzo “Il Baule“.

Per info 069943140

Modalità di partecipazione: L’EVENTO SI SVOLGERA’ ALL’ESTERNO, INGRESSO GRATUITO

Presentazione del libro “C’era una volta e ancora c’è il delitto d’onore – Nei tempi e nei luoghi della storia e dell’arte”

Sabato 27 aprile alle ore 18:00 ci sarà la presentazione del libro “C’era una volta e ancora c’è il delitto d’onore – Nei tempi e nei luoghi della storia e dell’arte” di Marianna Loredana Sorrentino, La Caravella Editrice. Modera l’incontro la scrittrice Rosaria Guerra.

La trama di questo saggio si articola come un viaggio attraverso la storia, la religione, la società e le relative rappresentazioni della donna. Un’esigenza conoscitiva dell’Autrice, che in modo affascinante ci coinvolge nella sua trattazione del codice Hammurabi, dell’Antico e Nuovo Testamento, della Bibbia, dal Codice Napoleonico al Rinascimento. La donna è santa, madre e femmina, ma solo in epoca illuminista comincia ad essere considerata soggetto autonomo di diritti. Diritti della donna storicamente violati, il cui delitto d’onore ne rappresenta un emblema. Questa panoramica storico-sociale e giuridica, fatta dall’Autrice sul concetto di donna, di onore e di delitto, rappresenta senz’altro uno stimolo utile per la diffusione di una cultura del rispetto e dei diritti delle donne. Tanta strada è stata fatta, ma ce n’è ancora molta da fare. Dalla prefazione di Laura Volpini Psicologa giuridica e forense, Criminologa, Psicoterapeuta, Docente presso la “Sapienza” Università di Roma.

Marianna Loredana Sorrentino residente a Cerenova, nasce in Svizzera da emigranti calabresi e cresce in uno spaccato di vita tipico della gente del sud negli anni ‘70. Inizia la sua carriera artistica da giovanissima, prima nella danza, poi nel teatro, nella pittura e nella musica. In qualità di cantante, dopo l’esperienza nella country music, fonda “SLo – Percorsi d’autore”, gruppo acustico con il quale affronta percorsi recitativi e cantati del mondo cantautorale. Attualmente vive e lavora a Roma da oltre trent’anni, laureata in scienze giuridiche, co- fondatrice dell’associazione culturale CiRCe, ideatrice del premio letterario “Perseide”, conduttrice di laboratori di scrittura e lettura, organizzatrice di eventi culturali, collaboratrice di testate giornalistiche, percussionista di tamburi italiani, atleta di discipline aeree circensi, artigiana del benessere. Nel 2017 con la Caravella Editrice ha pubblicato anche il libro “In un giorno come questo” un romanzo delicato che sa trasmettere emozioni, una storia che ci insegna che la bellezza è davvero negli occhi di chi guarda.

Per info 069943140

Modalità di partecipazione: INGRESSO GRATUITO.

Presentazione del libro “Il vento tra le foglie” di Elisabetta Fioritti

Presentazione del libro "Il vento tra le foglie" di Antonella Fioritti a Cerveteri

Giovedi 8 febbraio alle ore 18:00 ci sarà la presentazione del libro “Il vento tra le foglie” di Elisabetta Fioritti, Bertoni Editore. Dialogherà con l’autrice la giornalista Angela Valenti.

In queste liriche le parole tracciano linee di tensione linguistica nell’estetica di un senso nascosto, ma evocativo. Si addentrano negli abissi dell’anima così come nella bellezza della natura, intercettano il dolore, i colori, gli odori e diventano produzione artistica. Esse, pur essendo ricche di significati sottesi, sono sempre dirette, assolutamente prive di ermetismi o metafore barocche. La narrazione poetica di Elisabetta Fioritti è pura, è semplice, ma potente. La musicalità del verso non è espressa formalmente, ma scaturisce dai contenuti. Il verso non si muove sottotraccia, ma è nudo e scoperto. Esso parla il linguaggio cenestesico dei sensi e noi che leggiamo avvertiamo dentro la nostra pelle il freddo, il caldo, mentre i nostri occhi sono abbagliati da “l’oceano di luce e di verde brughiera”, le nostre orecchie percepiscono “il canto melodioso di uccelli in volo, lo sciabordio dei flutti”. (dalla prefazione di Bruno Brindisini)

Elisabetta Fioritti vive a Roma, la sua formazione umanistica la porta ad amare la bella lingua, la scrittura e la lettura; pubblica i libri “L’Odore dei giorni” con Teke Editori e “Vite convergenti” con Bertoni Editore, ambedue premiati in Concorsi internazionali quali Premio internazionale di Sarzana, Premio di Montefiore, Perugia Book Festival. E’ autrice di poesie e racconti che hanno ricevuto vari riconoscimenti e fanno parte di antologie e riviste. Altra sua passione è la pittura su porcellana, che esercita per diletto.

Per info 069943140

Modalità di partecipazione: INGRESSO GRATUITO.

Presentazioni libri a Cerveteri nel mese di Luglio 2023

 

Presentazioni di Libri a Cerveteri nel mese di luglio 2023

Vi comunichiamo le date delle prossime presentazioni:

Eventi con il Patrocinio del Comune di Cerveteri Assessorato alle Pari Opportunità, Cultura, Inclusione e Pubblica Istruzione.

05 luglio: “Neravorio” di Marika Campeti, Augh! Edizioni.
Un caffè rovesciato in un bar di Catania conduce Davide, un giornalista al quale la fortuna ha voltato le spalle, a scoprire sapori e incanti della tradizione mediorientale. È Lara, una sensuale danzatrice, a coinvolgerlo in un incontro di passione che sarà il punto di partenza di un percorso a ritroso, verso la scoperta di un passato che credeva di conoscere. Richiamato a Terracina da suo fratello Mauro per un’indagine su una ragazza ritrovata incatenata nei campi, il presente di Davide si intreccia con quello di Giovanni, un giovane pittore che negli anni Settanta vive un amore impossibile. Gli eventi del passato e del presente si incontrano in un luogo creduto abbandonato: una torre antica che cela legami segreti e dolorosi ricordi di guerra. A chi appartiene la voce nella torre? Neravorio è una storia d’amore dalle tinte noir, di vincoli emotivi e prigioni invisibili, di pregiudizi e violenze che si trascinano nel vissuto dei protagonisti. Una storia di memorie e colpe, di occasioni mancate. Quelle che avrebbero potuto cambiare il corso della vita.

12 luglio: “Sotto il segno di Hercle. Storia di un dono” di Simone Tarrone, Edizioni Espera.
Etruria, VI secolo a.C. Arath è un curioso ragazzino etrusco di dodici anni che vive con la madre Tanaquil, abile tessitrice, e la governante Pupaia nella Cittadella (attuale Castellina del Marangone nel territorio di Santa Marinella, Roma), importante caposaldo militare e commerciale del territorio dell’antica Caere, posto a difesa dei confini con la potente città-stato alleata e rivale, Tarquinia. Arath, con il suo inseparabile cane Vipli, ci farà scoprire la grande civiltà del popolo Rasna, trasportandoci in una serie di avventure, descrivendo e ricostruendo il paesaggio, l’ambiente, la società, i nomi e le principali vicende storiche del mondo etrusco. Uno scorcio della vita quotidiana vissuto dalla città di Cerveteri, proprio all’apogeo del suo potere economico e commerciale, fondato sullo sviluppo rapido e progressivo delle tecnologie agricole, tessili e di navigazione che coinvolgevano una vita di villaggio ancora arcaica e una natura incontaminata in grandi imprese militari e traffici commerciali che hanno segnato i secoli a venire.

19 luglio: “La signora dei lupi: Geografia Sacra e culti del sole nel Lazio antico” di Sandro Pravisani, Youcanprint Edizioni.
In questo saggio che ha il sapore dei vecchi diari d’esplorazione, Sandro Pravisani raccoglie le fasi salienti di una ricerca sul campo durata 10 anni, dalla quale emergono le tracce di un misterioso codice preso a modello per la scelta dei luoghi sacri più importanti del Latium Vetus (Lazio antico). Uno schema che lascia trasparire l’esistenza di un vero e proprio progetto territoriale di cui gli antichi culti del cielo e della terra ne costituiscono la trama e l’ordito, e le leggende sulla fondazione di Roma lo story-telling. Passo dopo passo, l’autore ci conduce in un avvincente viaggio alla scoperta dell’antica scienza sacra e della fitta rete di allineamenti solari che fornirono la struttura invisibile allo svolgimento di miti e leggende che plasmarono l’identità di quell’area geografica. Un processo che, traendo forza dalla notte dei tempi, riuscì a unire le più antiche culture italiche e a fare germogliare il seme della civiltà romana, occidentale e cristiana.

26 luglio: “La giostra dei Pellicani” di Ernesto Berretti, Watson Edizioni.
Sicilia Burgio, 1946: Il capostazione Angelo Nucella assiste per caso all’uccisione della cognata Masina, colpita nell’agguato al candidato sindaco delle prime elezioni del dopoguerra. L’allontanamento è l’unica via per proteggere la famiglia.
Aspromonte, 1958: Michele Cittarà è un capobastone e vuole uccidere il sindacalista “Stalin”. Per questo, sotto ricatto, costringe all’azione ‘u Zzoppu,
Sul posto dell’omicidio, però, il complice Milòrdu fredda due carabinieri in pattuglia, esponendo la ‘ndrina a controlli e arresti. Duccio, il più piccolo della famiglia Nucella, diventerà il capro espiatorio della strage.
Il giornalista Biagio Munzone è un uomo concreto e disposto a tutto per scoprire la verità, ma Cittarà, forte del suo potere, non può permettere che i giornali arrivino a conclusioni avverse. Per questo, Munzone lascia la Calabria.
Anni dopo, il giornalista riceve una missiva firmata da Un pellicano. L’assassino del sindacalista è ancora libero e in carcere c’è solo un uomo innocente. La verità deve uscir fuori e per questo, nel 1998, Munzone si rimette a lavoro per salvare Duccio e redimere il nome della sua famiglia.

Presentazione del libro “Con la mano sotto il mento” di Alessia Latini

Con la mano sotto il mento di Alessia Latini, Scatole Parlanti Editore

Sabato 18 marzo alle ore 18:00 ci sarà la presentazione del libro “Con la mano sotto il mento” di Alessia Latini, Scatole Parlanti Editore.  Interverrà Francesca Lazzeri.

Con la mano sotto il mento, ovvero sei narrazioni nelle quali insidie, reali o apparenti, visibili o celate, si palesano agli individui nella loro vera natura troppo tardi o, semplicemente, come il miraggio di una realtà che diverrà migliore. Una visita serale apre la porta a un equivoco che conduce a una tragica scoperta; un uomo, per cinque anni, osserva dalla finestra il passaggio di una ragazza con il suo cane, pronto a entrare nella sua vita; una donna, con un’arma in mano, guarda uno specchio rivedendo tratti di esistenza che l’hanno portata al momento di quella decisione; un dipinto incanta lo sguardo di un osservatore che finisce ben presto col perdere la linea di confine tra ciò che realmente vede e le fantastiche rievocazioni della sua memoria. Bugie, false speranze, illusioni e inganni della mente sono alcuni degli elementi che inducono i protagonisti di queste storie a cambiare, spesso in maniera irreparabile, la rotta della propria vita.

Alessia Latini, nata nel 1974, è laureata in Lettere moderne e ha contribuito a testi di narrativa e saggistica. Giornalista pubblicista, ha scritto per diverse testate cartacee e online, spesso curando rubriche di cultura. Da anni collabora con varie associazioni per realizzare progetti artistici e mostre.

Per Info: Tel. 069943140
Modalità di partecipazione: INGRESSO GRATUITO – POSTI LIMITATI

Presentazione del libro “Sfogliando una Fiamma” di Emilio Limone

Libro "Sfogliando una Fiamma" di Emilio Limone

Sabato 04 marzo alle ore 18:00 presso la Sala Ruspoli di Piazza Santa Maria ci sarà la presentazione del libro “Sfogliando una fiamma. Storia letteraria dei carabinieri” di Emilio Limone, Ianieri Edizioni. Interverrà lo scrittore Ettore Zanca.

L’Arma dei Carabinieri, un’istituzione con più di duecento anni di storia, ha sempre avuto un ruolo importante, in ogni piccolo o grande evento della storia italiana, dalle vicende preunitarie ai fatti quotidiani dei nostri giorni, passando per battaglie e celebrazioni, re e presidenti, tragedie e conquiste. Tutto all’insegna di uno stile diventato, negli anni, proverbiale. La figura del carabiniere rappresenta una ricca fonte da cui la letteratura ha spesso attinto per rappresentare le garanzie di ordine e legalità, umanità e giustizia. Una delle prime note apparizioni dell’Arma nella letteratura giunge dalla penna di Giovanni Verga, l’indiscutibile ribalta arriva invece con Carlo Collodi con i militi austeri che arrestano Pinocchio. I custodi del re e della legge omaggiati da Costantino Nigra, il capitano Bellodi de Il giorno della civetta, i marescialli protagonisti dei romanzi di Mario Soldati, Magdalen Nabb ed Andrea Vitali; i personaggi descritti nelle storie di Gianrico Carofiglio, Carlo Lucarelli e Roberto Riccardi, i carabinieri realmente vissuti cui sono stati dedicati libri e racconti.

Il libro è un percorso letterario, una ricostruzione dedicata alle comparizioni dei carabinieri nella letteratura dall’Ottocento ad oggi, una descrizione dei protagonisti nati dalla fantasia dello scrittore e in chiusura uno spazio per gli eroi in uniforme che nei decenni hanno lasciato una traccia indelebile nella storia d’Italia e nei libri.

Emilio Limone, nato ad Avellino nel 1986, è maresciallo dei Carabinieri e giornalista pubblicista. Prima di arruolarsi nell’Arma ha lavorato per varie testate giornalistiche. Appassionato di storia e letteratura, ha ottenuto diversi riconoscimenti nell’ambito di concorsi per racconti brevi. Nel 2014 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie “Le poche righe sopravvissute” (NeP Edizioni). “Sfogliando una fiamma” è il suo primo saggio.

Per Info: Tel. 069943140
Modalità di partecipazione: INGRESSO GRATUITO